Campionato Italiano XC

Come molti di voi sapranno il 21 Luglio, a Chies d’Alpago, (BL) c’è stato il campionato Italiano di MTB, specialità XC.

Era una gara che avevo del mirino da inizio stagione, nonostante i problemi con il ginocchio che tardavano a risolversi. Fino a Marzo infatti non riuscivo ad allenarmi molto, potevo fare circa 30 minuti di rulli e poi ero obbligata a riposare almeno due giorni per il dolore e l’infiammazione al ginocchio.

A maggio finalmente il ginocchio ha iniziato a darmi un po’ di respiro e piano piano ho aumentato allenamenti e gare per provare a vincere il campionato Italiano. Tutto ciò è stato essenziale per prendere il giusto ritmo e devo ringraziare il mio allenatore Matteo Urgu che ha saputo valorizzare al meglio le mie qualità programmando ogni cosa settimana dopo settimana.

Il 2 Giugno, visto che il mio Team “2000 Ricambi” è Sardo, ho partecipato al campionato regionale Sardo giungendo al secondo posto per una manciata di secondi, dietro Sara Serrau.

Questa stessa atleta l’ho poi rivista al campionato italiano e sapevo che ci sarebbe stata battaglia tra noi infatti già in griglia di partenza la tensione era evidente.

Appena partite ho fatto fatica ad agganciare il pedale e mi sono ritrovata quasi in ultima posizione, il giro di lancio partiva subito con uno stappo davvero ripido a cui seguiva una discesa ripida per poi iniziare il percorso gara vero e proprio.

Appena ho riagganciato il pedale ho visto che Sara era già quasi a fine salita, in prima posizione, e ho subito capito che quello era il momento giusto per rimontare e prendere il comando, cosa che infatti sono riuscita a fare.

Foto: www.trevisomtb.it

Preso il comando della gara ho mantenuto regolare la mia andatura e ho ottenuto la vittoria, su un percorso che mi ricordava tanto quando correvo “da ragazzina” e ne sono stata davvero felice.

Ricordo anche che avevo mal di schiena e che i miei genitori avevano portato l’arrosto e il fornellino da campeggio per assistere alla mia gara, nonostante non fossi in splendida forma.

A Chies d’Alpago infatti, con quelle salite ripidissime, avevo fatto una pessima gara ( nel 2015 se non ricordo male) e me lo ricordo bene.. fortuna che nel 2019 è andata meglio!

A ripensarci, mi piacerebbe rivivere quella giornata perché è stata proprio una bella soddisfazione e Sono davvero felice dalla mia stagione, nonostante sia stata caratterizzata da alti e bassi.


Adesso è tempo di impegnarsi per la nuova stagione 2020.. ci vediamo sui campi gara!

Foto: Treviso MTB

Lascia un commento